Nuoto in Palestra Athena Piscina a Modena

Inserisci la tua struttura
Nuoto in piscina
Login
Username/Email
Password
Non hai un account?
Chiudi
Chiudi
Nome
Email
Password
Registrati
Chiudi
Email
Invia
Contatti
Stradello S. Giuliano, 147 - Modena (MO)
41126
059393402
Palestra Athena Piscina - Modena (MO)
Palestra Athena Piscina
Come si sono trovati i nostri utenti
Valuta per primo questa struttura
Ultimi commenti
Sei stato in questa piscina?
Scrivi per primo come ti sei trovato!
Commenta
 
Scrivi le lettere che trovi nella immagine qui sopra
 
*Non ti preoccupare, non pubblicheremo la tua email sul sito e non la utilizzeremo a scopi commerciali
Il Centro Palestra Athena Piscina nasce nel 2011 con lo scopo di educare e diffondere abitudini in grado di migliorare la qualità della vita di tutte le persone: il benessere viene promosso grazie a corsi ed attività organizzate e gestite da insegnanti e tecnici qualificati e i frequentatori possono usufruire dell’impianto anche per programmi di recupero, precedenti e successivi ad eventuali interventi chirurgici, a seguito di traumi o patologie. 
All’interno della piscina della struttura si organizzano corsi di nuoto per tutte le fasce d’età: dall’avviamento e le prime esperienze in vasca di bimbi da 0 a 18 mesi, fino a corsi che coinvolgono bambini più grandi, ragazzi e adulti. Inoltre, è possibile frequentare attività di acquagym, cioè esercizi di ginnastica svolti in acqua a tempo di musica, e di acquabase, una ginnastica specifica che aiuta a migliorare la mobilità articolare e a prevenire numerose patologie a carico di ossa e muscoli.
Gli amanti del nuoto possono ricevere anche lezioni private e personalizzate o utilizzare la piscina per praticare nuoto libero.
La palestra, invece, organizza corsi di ginnastica posturale, correttiva, dolce e riabilitativa, per aiutare tutti gli utenti in base alle loro specifiche esigenze combattendo vizi posturali, lievi dismorfismi e patologie a carico della schiena, corsi di fitness metabolico e vascolare, per combattere diabete, soprappeso e ipertensione, corsi di pilates, total body e step. 
Su richiesta, è possibile anche prenotare servizi come massaggi shiatsu o riflessologia e usufruire di controlli posturali, colloqui alimentare e consigli e aiuti da parte di un personal trainer. 
La struttura fornisce anche un programma per la preparazione atletica in vista di competizioni maschili e femminili: gli sportivi seguiranno un allenamento che prevede una fase total body/new gym, durante la quale esercizi di media intensità aiutano a migliorare elasticità e circolazione, un potenziamento, grazie all’utilizzo di attrezzi per la tonificazione, un circuito cardiofitness, durante il quale si utilizzano cyclette, tapis roulant ed attrezzi aerobici vari, e una serie di programmi di supporto per l’ottimizzazione della preparazione con l’aiuto delle società e delle associazioni. 
Per qualsiasi dubbio o informazione riguardo alla struttura, gli orari, i corsi e le tariffe si consiglia di contattare la segreteria dell’impianto al numero di telefono 059.393402.
 
 
 
indietro

laura
laura su Centro Natatorio Cividale del Friuli
Il commento che mi sorge spontaneo, visitando il sito della Piscina di Cividale é "...che belle parole..."!!! Peccato non siano supportate dai fatti. A prova di quanto sto per dire, ho una serie di fotografie, inoltre ci sono i commenti di mia figlia di 13 anni e si sa che l'innocenza non mente. Da quando la piscina è passata allo sport management è progressivamente sprofondata in una continua assenza di regole, che vanno dalla semplice convivenza in acqua, alle più comuni norme igenico sanitarie (per quanto si può vedere ad occhio nudo, di sicuro le certificazioni sono in regola): mesi di acqua fredda; soffioni della doccia che erogano un quarto di flusso; armadietti con il gancio x i lucchetti arrugginiti (me lo sono fatta segare 2 volte); porta oggetti di sicurezza con il codice che invece del tuo apre quello del vicino, rivoli di materiale bianco che sorre sul pavimento, simil vomito bianco; phon più o meno funzionanti; bagni senza luce o con la porta che non si chiude; file alla reception per un semplice ingresso, perchè la povera, unica ragazza, oltre alla cassa deve gestire informazioni e abbonamenti; fili elettrici scoperti su cui mia figlia accidentalmente ha preso una scossa che ha avvertito fino al torace, poi il ragazzo addetto li ha subito isolati. E ora parliamo delle corsie: il nuoto libero ne ha in media una o 2 libere, con un 7-9 persone che nuotano scalciando, sorpassando, litigando e mentre litighi e quasi ti picchi, la coordinatrice, invece di spiegare che ci sono delle regole da rispettare, come veniva fatto un tempo, si gira dall'altra parte, facendo finta di niente. Lo stesso bagnino delle pulizie (che dopo mesi improvvisamente è diventato istruttore...) si è buttato in corsia con già 7-8 persone compresse in quel delirio e SORPASSAVA!!! Così mi sono data all'acqua gymn. La Flavia è una favola, anche se mi viene sempre l'ansia a vederla scalza (PS, ho un master in management sanitario), ma che dire dell'istruttore che mentre sto facendo giravolte nell'acqua, insegna alla piccola dell'asilo a nuotare proprio verso di me. Il suo commento seccato alle mie lamentele: "...ma devi sempre lamentarti...non ti va mai bene niente". E' vero, non condivido le strategie di gestione. Non sono efficaci. Una nota positiva: le ragazze delle pulizie si fanno in 4 per rendere presentabili le infrastrutture consunte e fatiscenti. E la buona volontà non manca, un sabato ho visto l'istruttore maleducato pulire i vetri. Forse c'è un pò di confusione dei ruoli e forse è per questo che il personale, demotivato e senza possibilità di soluzioni, diventa scostante? Si fa quello che si può...